Nel tempo e oltre, cantando – Introduzione al disco

tempoDa una parte i Gang dei fratelli Severini, dall’altra un gruppo di ricerca e conservazione del patrimonio musicale italiano: Gastone Petrucci e i La Macina. In comune le origine marchigiane e la voglia di fare un disco fatto bene. Il risultato: Nel Tempo E Oltre Cantando. Questi sono gli ingredienti di un album molto interessante dove, in sostanza, i due gruppi si “scambiano” il repertorio e reinventano alcuni loro brani. Ecco quindi la ricerca delle radici e i suoni tradizionali tipici della Macina incontrarsi con la protesta e la strada, ovvero la musica dei Gang. E così abbiamo versioni “elettriche” di brani come “E’ ffinidi i bozzi boni…”, “Iside”, “Cioetta Cioetta” (dal repertorio Macina) e rivisitazioni “folk” di Kowalsky, “Le radici e le ali”, Sesto San Giovanni (dalla discografia dei Gang). Fino ad arrivare alla vera e propria fusione con Stavo in bottega che lavoravo…/La pianura dei sette fratelli. Il risultato è altamente poetico e mirabile dal punto di vista musicale.
(Tratto da “Virgilio Musica”)