Gli angeli di Novi Sad

Gli angeli di Novi Sad

Il Diluvio era finito
seduti sulla Riva
dissero la preghiera
dell’Arcobaleno
Portavano croci
ricamate sopra il cuore
una serpe sotto al piede
uccisa nel nome dell’Amore
Venivano come una Promessa
portavano la Risposta
all’Urlo Nero di una madre
alla neve morta sopra la fossa
Venivano cantando
nel coprifuoco
dalle periferie del cielo
passati per le fiamme
erano angeli
caduti in volo
Le Ali stesero nel sole
Il Ponte! il Ponte!
Riva a riva
Perché ogni passo sia Cammino
vennero gli angeli a Novi Sad
Erano angeli caduti
a Novi Sad
Cantava il Cielo all’Anima
laggiù lungo le rive
muti di luce piansero
lacrime di fuoco
l’Europa divorava
l’ultimo pasto crudo
l’Europa restaurata
quella dopo il Muro
Venivano dai deserti
come una Tentazione
alle labbra crepate
ai seni inconsolabili delle spose
Fuggivano allo sbando
dai silenzi di Dio
Dai Cieli senza regno
passati per il fuoco
erano angeli caduti in volo
Le Ali stesero nel sole
Il Ponte! Il Ponte!
Riva a Riva
Perché ogni Passo sia Cammino
vennero gli angeli a Novi Sad
Erano angeli caduti
a Novi Sad