Nino

Nino

Nino dicono non c’è verso
nessuna direzione
non battono più i piedi per terra
anche se oggi c’è la recessione
Hanno risate da congresso
e fanno scorta per il coprifuoco
piangono lacrime recitate
e sono bravi a fare il doppiogioco
Ma oggi Nino
ti do la mia parola
quella di chi nel pane
ci mette tutto il sole
quella che canta
con la città futura
e corre fino al vento
oltre le sbarre oltre i cancelli
oltre queste mura
Comunista è chi ferma la mano che alza il bastone
comunista è la terra che c’è
oltre ogni nazione
comunista non è che un sentimento
è Rivoluzione
comunista ora e sempre per l’unità
comunista comunista
Nino vanno in onda ogni sera
ma sull’acqua non sanno più camminare
fanno i conti solo con il mercato
e del partito hanno fatto un affare
Ma oggi Nino
ti do la mia parola
quella di chi nel pane
ci mette tutto il sole
quella che canta
con la città futura
e corre fino al vento
oltre le sbarre oltre i cancelli
oltre queste mura
Comunista è chi ferma la mano che alza il bastone
comunista è la terra che c’è
oltre ogni nazione
comunista non è che un sentimento
è Rivoluzione
comunista ora e sempre per l’unità
comunista comunista
Nino alla tua finestra
alla tua finestra sono stato
ho visto la montagna che bruciava
e cenere alla cenere che tornava
C’erano uomini che camminavano
lungo le rughe della storia
e sotto un sudario di stelle portavano in spalla
una bandiera che sanguinava
mentre la notte in fondo al cielo
precipitava
Comunista è chi ferma la mano che alza il bastone
comunista è la terra che c’è
oltre ogni nazione
comunista non è che un sentimento
è Rivoluzione
comunista ora e sempre per l’unità
comunista comunista.