Ottavo chilometro

Ottavo chilometro

Danno gli occhi alla pioggia
nella notte più nera
hanno il passo di chi
non s’arrende alla bufera
e con l’anima in spalla
nella notte più scura
vanno via fra un campo di grano
e un filare di uva
Sono quelli dell’ottavo chilometro
partigiani una volta
partigiani per sempre
e l’alba li attende
sul sentiero che passa e che va
Da qui da qui
da qui da qui
da qui fino all’eternità
Rosso è lo straccio
che portano al collo
e tengono stretta una foto
all’altezza del cuore
per chi li aspetta
sarà triste la cena
chi prega per loro
avrà l’anima in pena
Sono quelli dell’ottavo chilometro
partigiani una volta
partigiani per sempre
e la notte li attende
sul sentiero che passa e che va
Da qui da qui
da qui da qui
da qui fino all’eternità.